Alpago/Cansiglio/Piancavallo > Alpago > Lago Santa Croce > oasi naturalistica
Alpago

lago di Santa Croce e l'Alpago

oasi lago Santa CroceOasi naturalistica del lago di Santa Croce, Farra d'Alpago, Belluno

Area di proprietà Enel, si trova nel Comune di Farra d'Alpago.



L'oasi è una zona umida della sponda nord orientale del lago di Santa Croce, interessante dal punto di vista faunistico.
La vegetazione principale è una vasta zona di canneto e una fita boscaglia di salici e pioppi.
Alcuni rivoli d'acqua attraversano l'area e si riversano in vecchie vasche per la pescicultura.

L'oasi naturalistica rientra in una più vasta zona denominata Parco Santa Croce che coinvolge tutta l'area a nord-est del lago, in comune di Farra d'Alpago. Il parco è attrezzato con aree gioco e sentieri pedonali e ciclabili ed è molto frequentato dai surfisti che praticano numerosi il windsurf nel lago.

Il giro dell'oasi naturalistica si compie con una passeggiata di un'ora, più il tempo dedicato all'osservazione naturalistica o degli uccelli.

La visita all'oasi può essere integrata con il sentiero lungo il lago, verso sud-est, fino alla Madonna del Lago, seguendo il percorso per nordic walking per la Madonna del Runal.

Oasi naturalistica del lago di Santa Croce, Farra d'Alpago, Belluno


Con l'autostrada A27 (Mestre/Belluno) uscire a Belluno e proseguire seguendo le indicazioni per Farra d'Alpago.
Per la statale di Alemagna (Vittorio Veneto / Belluno) al bivio 'La Secca' (poco prima di Ponte nelle Alpi, al termine del lago) seguire le indicazioni per Farra d'Alpago. Si può anche seguire la strada che costeggia verso est il lago e che si dirama nei pressi della Sella di Fadalto.

Da Farra d'Alpago, nei pressi dell'incrocio per Tambre d'Alpago (strada delle Coste) in località Sbarai (poco a nord del centro del paese), l'ingresso dell'oasi si trova sul ponte del torrente Tesa, circa 150 metri dall'incrocio.

Il breve percorso naturalistico richiede un'ora di cammino, seguendo le tabelle segnaletiche.