Friuli > Piave > Erto e Casso > rappresentazione biblica
Erto e Casso

Erto e Casso - valle del Vajont, Pordenone

fotografie della processione biblica del Venerdì Santo a Erto

Dalla metà del 1600 a Erto, il Venerdì Santo, si tiene una rappresentazione in costume che rievoca la Passione e Morte di Gesù.
Questa tradizione prende origine da un voto fatto dagli Ertani per allontanare un'epidemia di peste che nel 1631 interessò la valle del fiume Piave.
Se fossero stati risparmiati, ogni anno nel giorno del Venerdì Santo avrebbero ricordato la Passione e la Morte di Gesù con una processione in costume.
Erto fu risparmiata dalla peste, da allora in segno di ringraziamento ha luogo la sacra rappresentazione.

E' un evento al quale assistono, in rispettoso silenzio, migliaia di persone.
foto di Sergio Poletto
Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto Processione Biblica del Venerdì Santo a Erto

raggiungere Erto e Casso Valle di Vajont e la diga del Vajont (Pordenone)


La strada più comune passa per Longarone (Belluno), paese tristemente noto, raggiungibile con l'autostrada d'Alemagna Venezia-Belluno all'ultima uscita a Longarone. Dal centro di Longarone, indicazioni varie, proseguire per Castellavazzo e Vajont.
Da Pordenone, Maniago e il Friuli, la strada più breve, ma più complicata anche se interessante, è per il lago di Barcis (lunga galleria della Valcellina), risalire poi la Valcellina fino a Cimolais e scavalcare il docile passo di Sant'Osvaldo.

Proprio sopra la diga si trova il paese di Casso. E' raggiungibile dai pressi della diga del Vajont (proseguire verso Erto, Sant'Osvaldo per circa un chilometro), sulla sinistra si dirama una stradina asfaltata (indicazione) che in alcuni chilometri davvero molto tortuosi, parecchio ripidi e con difficili tornanti, sale al piccolissimo paese.
Una sola piccola piazzetta permette il parcheggio di poche automobili.
Il paese è visitabile esclusivamente a piedi ed è raccomandabile calzare robuste scarpe con suola scolpita o, meglio ancora, scarponcini, in quanto è un susseguirsi di strette viuzze e gradini ripidi e scivolosi.

Erto, sede municipale e paese quasi completamente ricostruito, si trova qualche chilometro più avanti lungo la strada principale in direzione passo Sant'Osvaldo e Cimolais.