Dolomiti > Marmolada > Laste
Laste di Rocca Pietore, Marmolada

Laste di Rocca Pietore, i Monoliti di Ronch - Marmolada Belluno Dolomiti

Laste di Rocca Pietore (Belluno)


Che le dolomiti sappiano sorpendere è cosa risaputa. Eppure, anche dopo decenni di frequentazione, scoprire un piccolissimo angolo del paradiso terrestre è un'emozione pura.
L'esclusivo ed invisibile, dalle grandi strade di comunicazione e dal turismo, altipiano di Laste è luogo dal lasciare senza parole. Un concentrato, ristretto ristretto, di tutte le meraviglie che le dolomiti sanno offrire.

Rigogliosissimi boschi di larici cresciuti su di un substrato roccioso vulcanico e, sopra di esso, sono 'capitati' chissà come (non è ancora del tutto chiara la genesi) dei grandissimi monoliti di 'Calcare della Marmolada' a formare una città di roccia denominata 'i monoliti di Ronch', che svettano eleganti e solitari sopra i larici.

Il più grande è il Sass de Rocia, lungo quasi duecento metri e largo un centinaio, strapiombante su tutti i lati. E' spaccato a metà da una crepa larga solo qualche metro, nelle viscere della quale sale una breve, ma non banale, ferrata che conduce con sicurezza alla cima, un enorme ripiano ricoperto da un boschetto di larici sul quale è stato costruito il 'Bivacco Pian delle Stelle'.
Il Sass de la Murada è una specie di enorme vela, affacciato sulla valle del Cordevole in posizione panoramica stupenda. Il suo nome ci ricorda che sulla vetta si trovano i resti medioevali di una torre di vedetta. Da li sopra si poteva comunicare con segnali ottici con il Castello di Andraz, con il castello Sommariva ad Alleghe e con l'Agordino. La via di salita più facile è alpinistica e piuttosto delicata, anche se non difficile.
Il Sass de la Gusela (=ago) è una guglia molto elegante e slanciata che svetta per una settantina di metri.
E poi tutta una selva di sassi 'minori', sparsi in mezzo al fitto bosco.

Ai margini di questi ciclopici macini un paesetto lindo e bellissimo, ancora autentico, con la chiesa sul colle e tante belle fontane d'acqua. Proprio sotto i massi le case di Ronch, abitate solamente da qualche anziano.

Da questa terrazza naturale lo sguardo spazia sul Col di Lana, sui grandiosi boschi che salgono al Monte Pore e, in secondo piano, sulle Tofane, sul Pelmo e la Civetta.

Nel tardo autunno una facile passeggiata che, partendo dalla piazza principale, raggiunga Ronch, giri attorno ai monoliti, s'inoltri nel bosco e salga al rifugio Migon, è una medicina che ricarica cuore e spirito con i colori strabilianti dell'autunno e con quella cosa indescrivibile ed incomunicabile, ma sulla quale la nostra mente è stata modellata, che si può tranquillamente definire la 'bellezza assoluta'.
Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore

Laste di Rocca Pietorefalesie palestre naturali di arrampicata
Laste : Sass de Rocia, Rocca Pietore (Belluno)


Un luogo dalle caratteristiche ambientali strabilianti. Degli enormi massi che sbucano in mezzo ad un bellissimo bosco di larici, inacessibili da tutti i versanti. Scoprire queste strutture rocciose è sicuramente consigliabile anche al solo scopo ricreativo.

Si tratta di tre monoliti principali, alti una sessantina di metri e di numerosi altri sassi sparsi. Una 'città di pietra' denominata 'i monoliti di Ronch'.

Il più grande è il Sass de Rocia, lungo quasi duecento metri e largo un centinaio, strapiombante su tutti i lati. E' spaccato a metà da una crepa larga solo qualche metro, nelle viscere della quale sale una breve, ma non banale, ferrata che conduce con sicurezza alla cima, un enorme ripiano ricoperto da un boschetto di larici sul quale è stato costruito il 'bivacco Pian delle Stelle'.
Il Sass de la Murada è una specie di enorme vela, affacciato sulla valle del Cordevole in posizione panoramica stupenda. Il suo nome ci ricorda che sulla vetta si trovano i resti medioevali di una torre di vedetta. Da li sopra si poteva comunicare con segnali ottici con il Castello di Andraz, con il castello Sommariva ad Alleghe e con l'Agordino. La via di salita più facile è alpinistica e piuttosto delicata, anche se non difficile.
Il Sass de la Gusela (ago) è una guglia molto elegante e slanciata che svetta del fitto bosco per una cinquantina di metri.
Inoltre vi sono numerosissimi massi sparsi, molti dei quali sono adatti per il bouldering.

Tra la parete sud del Sass de la Murada e tutto attorno il Sass de Rocia sono state tracciate, ed attrezzate, almeno un centinaio di vie, pressoché tutte di difficoltà elevata. L'arrampicata si svolge su placche molto lisce, dato il tipo di roccia: il calcare della Marmolada è piuttosto solubile dall'acqua.

quotam.1550
avvicinamento10 min.
alt.max. vie80 m.
esposizionetutti i versanti
difficoltàmedie-difficili-estreme
periodotutto l'anno tranne il pieno inverno
tipo di rocciaCalcare della Marmolada (molto liscio)
tipo di arrampicataprevalenza di vie in placca
note particolarisul Sass de Rocia una ferrata sale al bivacco posto sulla cima
Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore Laste - Rocca Pietore
Agordino Laste è una piccolissima frazione di Rocca Pietore (Belluno) - Valle del Cordevole
Per la statale Agordina (SS.203) salire fino a Cenecenighe e proseguire per Rocca Pietore. Appena fuori Saviner, sulla destra si dirama la statale che sale a Livinallongo e ad Arabba. Dopo alcune gallerie, sulla sinistra si dirama una strada che sale con alcuni tornanti al bellissimo altipiano di Laste. Superate le case di Laste di Sopra si perviene alla piazzetta principale dove si trova la chiesa (che non si vede dalla piazza), fontana, ufficio postale. Parcheggiare.

A piedi si scende per un centinaio di metri e si prende la stradina asfaltata verso destra che conduce, in ripida salita, alle case di Ronch (si può eventualmente giungere fino a qua in macchina, poche possibilità di parcheggio).

I grandi massi rocciosi (già visibile da Laste il Sass de Rocia) incombono proprio sopra le case di Ronch.
Per il Sass de Rocia si sale per il sentierino 'della ferrata' (indicazioni) all'inizio delle case sulla destra, mentre per il Sass de Murada si prosegue dopo la piazza per la mulattiera.